ARCO CLEMENTINO

Nel XVIII sec. Papa Clemente XII diede incarico all’architetto Luigi Vanvitelli di progettare le opere di potenziamento del porto di Ancona. Per questo imponente progetto, egli ideò, tra l’altro, l’Arco Clementino. L’Arco è la porta di accesso alla città dal porto, disegnata sotto forma di arco di trionfo a un solo fornice, in pietra d’Istria.

La struttura ha due facciate: la prima, che volge alla città, in laterizio, l’altra, che guarda verso il nuovo molo, in pietra d’Istria.

Costituito da due colonne doriche su piedistallo che incorniciano l’arco a tutto sesto che si chiude con una chiave di volta a forma di protome leonina, la trabeazione è caratterizzata da una serie di triglifi e conchiglie di san Giacomo con metope, che sono il tratto distintivo del Vanvitelli, come si può vedere anche dalla porta d’ingresso della Mole Vanvitelliana.

Dal punto di vista estetico notevoli risultano gli effetti soprattutto dalla parte rivolta verso il mare.
La scelta, che può sembrare singolare, di lasciare la facciata verso la città in semplice laterizio si può capire ricordando che l’arco fungeva da porta di città e che dunque il suo prospetto principale era, come di consuetudine, rivolto verso l’esterno.

A causa della morte del Vanvitelli l’arco rimase incompleto; successivamente l’opera fu ripresa per volere di Papa Benedetto XIV e venne affidata all’architetto Filippo Marchionni, che completò anche il molo nuovo del porto di Ancona.

Lo visito perché:

  • È completamente affacciato sul mare
  • È uno dei simboli di Ancona
  • Si trova nel cuore del porto antico

VUOI SCOPRIRE ANCONA CON NOI?

ancona-in-un-giorno-itinerario

ANCONA IN UN GIORNO A PIEDI O IN BICI

Il centro storico di Ancona, la storia e i panorami che vi faranno innamorare.

> Andiamo!

viaggio-bambini-ancona

VIAGGI CON I BAMBINI?

Scoprire Ancona tramite la meraviglia dei bambini; ecco i luoghi che ti consigliamo di visitare.

> Scopri Ancona per i bambini

mangia-bevi-come-local

MANGIARE E BERE COME UN LOCAL

I sapori, le tradizioni e le tendenze tra cibo e vino che raccontano l’anima culinaria di Ancona.

> Che fame! 

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre attività e tutti i prossimi spettacoli.